Il medico di medicina generale è pronto all’Ict?

Fimmg, l’85% dei medici è online tutti i giorni

Secondo le rilevazioni il 13% dei camici bianchi lo fa saltuariamente e il 2% mai. Massimo Cozza (Fp-Cgil): “Agenda digitale e telemedicina per efficientare la sanità e ridurre gli sprechi”

L’85% dei medici di famiglia accede tutti i giorni a internet alla ricerca di informazioni sanitarie, scambi di email con i pazienti, i forum, blog, chat. Il 13% dei camici bianchi lo fa saltuariamente e solo il 2% non fa ricorso al web fuori dall’attività certificativa. E’ quanto emerge da una ricerca del Centro studi della Federazione nazionale dei medici di famiglia (Fimmg), illustrata a Tecnosan 2013, il convegno dedicato al mondo della sanità elettronica, svoltosi a Roma.

“Il nostro Ssn – dichiara Massimo Cozza, segretario nazionale Fp Cgil medici – è una grande conquista, la migliore assicurazione possibile perché è quella che costa di meno. E’ necessario però salvaguardarlo, proteggerlo e migliorarlo, eliminando sprechi e inefficienze. Uno dei primi passi è porre fine ai tagli lineari che non sono strumento per contrastare illegalità e corruzione. In sanità girano 100 miliardi l’anno, un tesoro per la malavita”. Secondo Cozza, “per eliminare illegalita’ e corruzione servono normative. Uno degli aspetti necessari per rendere efficiente il Ssn è implementare i temi agenda digitale e telemedicina“.”Il medico di medicina generale è pronto all’Ict? Secondo una ricerca recente ancora non pubblicata del Centro studi Fimmg”, i camici bianchi davvero pronti “sono solo il 10% e per quanto ci sia buona volontà e uso di nuove tecnologie c’è ancora molto da fare” aggiunge Paolo Misericordia, responsabile del Centro studi Fimmg.

Taggato con: , , , ,
Pubblicato in Notizie & Aggiornamenti
I nostri prodotti sono soluzioni per Voi!

Abbiamo sviluppato soluzioni ad hoc per gli Ospedali. Cerchiamo con loro, e diamo loro, soluzioni per “dati in mobilità” come: Persone (pazienti, staff medico-sanitario), Item clinici (Farmaci, Sangue, Campioni Biologici), Servizi (Lavanderia, Manutenzione, Rifiuti, Pasti).

I nostri progetti hanno trovato soluzione per diversi ambiti ospedalieri: Reparti, Sale Operatorie, Pronto Soccorso, sempre utilizzando Tecnologia RFID applicata ai processi operativi.

La tecnologia RFID, infatti, introduce in questi contesti il concetto di “Identificazione Univoca”: cioè Tracciamento Certo del dato!

Tecnologia d’avanguardia

Fin dall’inizio la nostra scelta è stata la Tecnologia RFID. Diamo particolare attenzione al tema della Tracciabilità, applicando questa tecnologia ai “processi sanitari”.

Costantemente allineata all’avanguardia tecnologica, MIR, con dispositivi di uso comune quali Smartphone e Tablet (Apple, Android, Windows) e una rete di strumenti tecnologici quali, Tag RFID (passivi, HF o UHF), WEB 2.0, 3G e Wi-Fi, ha realizzato una linea di soluzioni “Tracker”, oggi proposta sul mercato con diversi moduli per “aree di processo”.