Il “mobile” conquista le aziende

Secondo uno studio Accenture la maggior parte dei Cio (79%) ritiene che la mobility sarà uno dei settori che in futuro produrrà significativi profitti, per questo motivo molti di essi investiranno tra il 31 e il 40% del loro budget (contro il 19% dichiarato dai CIO lo scorso anno) in queste tecnologie.

La survey Accenture 2013 CIO Mobility, condotta su oltre 400 Cio di tutto il mondo, evidenzia che il prossimo anno il mobile è la priorità assoluta per più di un terzo dei CIO (34%), mentre il 42% di loro lo ha incluso tra le prime 5 priorità. Inoltre, il 73% (contro il 67% dello scorso anno) ritiene che questo settore rivoluzionerà il modo di fare business, allo stesso modo o più di quanto non abbia fatto Internet alla fine degli anni Novanta. Per quanto riguarda la tecnologia mobile, secondo il 43% degli intervistati il principale obiettivo da raggiungere è migliorare il servizio al cliente tramite l’accesso, l’acquisizione e l’elaborazione immediata dei dati, seguito dalla necessità di coinvolgere i clienti attraverso i dispositivi mobili (36%), in particolare tramite le operazioni di transazione (34%). Il 29% degli intervistati ha dichiarato inoltre che intende progettare, sviluppare e/o distribuire dispositivi collegati al web per il supporto di applicazioni B2B. A livello globale sono la Cina (50%), l’Italia (47%) e il Brasile (37%) a fare da pionieri nell’implementazione di strategie di mobility avanzate. Sebbene ci siano forti differenze sul piano dei progressi fatti nello sviluppo delle strategie, la metà delle società intervistate (50%) ha affermato di aver individuato per l’anno prossimo una serie di iniziative che sono prioritarie per lo sviluppo delle applicazioni mobili, in aumento rispetto a quanto rilevato lo scorso anno (41%). Quasi tutte le aziende hanno dichiarato che le loro strategie puntano sull’adozione degli smartphone (85%) e dei tablet (78%), sempre più utilizzati da parte delle società come strumenti di lavoro. Alla domanda su quali fossero le loro due maggiori priorità, gli aderenti alla ricerca in Cina (53%), Italia (53%) e India (50%) hanno indicato la mobility come una delle due aree più importanti. In UK (67%),Giappone (57%) e Francia (52%) la mobility è stata inserita tra le prime cinque priorità in ambito IT. La maggior parte degli intervistati dell’India (77%) e quasi la metà (47%) di quelli di Giappone, Messico e UK prevedono di concentrare le loro iniziative imprenditoriali sul miglioramento del servizio clienti con soluzioni di accesso, acquisizione ed elaborazione immediata dei dati. Per quanto riguarda le priorità in ambito mobility legate al consumatore, per il 63% degli intervistati in India e UK e per il 36% in USA è costituita dall’aumento delle entrate tramite transazioni su dispositivi mobili. Il report completo è disponibile su www.accenture.com /2013ciomobilitysurvey . (M.d.A.) L’indagine di Accenture condotta su oltre 400 CIO di tutto il mondo. “E’ la priorità assoluta per un terzo di loro”

(15 aprile 2013)

Taggato con: , , , ,
Pubblicato in Notizie & Aggiornamenti
I nostri prodotti sono soluzioni per Voi!

Abbiamo sviluppato soluzioni ad hoc per gli Ospedali. Cerchiamo con loro, e diamo loro, soluzioni per “dati in mobilità” come: Persone (pazienti, staff medico-sanitario), Item clinici (Farmaci, Sangue, Campioni Biologici), Servizi (Lavanderia, Manutenzione, Rifiuti, Pasti).

I nostri progetti hanno trovato soluzione per diversi ambiti ospedalieri: Reparti, Sale Operatorie, Pronto Soccorso, sempre utilizzando Tecnologia RFID applicata ai processi operativi.

La tecnologia RFID, infatti, introduce in questi contesti il concetto di “Identificazione Univoca”: cioè Tracciamento Certo del dato!

Tecnologia d’avanguardia

Fin dall’inizio la nostra scelta è stata la Tecnologia RFID. Diamo particolare attenzione al tema della Tracciabilità, applicando questa tecnologia ai “processi sanitari”.

Costantemente allineata all’avanguardia tecnologica, MIR, con dispositivi di uso comune quali Smartphone e Tablet (Apple, Android, Windows) e una rete di strumenti tecnologici quali, Tag RFID (passivi, HF o UHF), WEB 2.0, 3G e Wi-Fi, ha realizzato una linea di soluzioni “Tracker”, oggi proposta sul mercato con diversi moduli per “aree di processo”.