Forum PA 2013 e Sanità

Forum PA 2013 al al Palazzo dei Congressi
L’innovazione tecnologica in sanità

Anche quest’anno FORUM PA dedicherà una intera giornata ai temi dell’innovazione organizzativa e tecnologica in sanità.
Il 29 maggio vertici apicali, dirigenti e funzionari degli Enti centrali, dei governi regionali e delle ASL/AO, manager delle imprese fornitrici, ricercatori, stampa e opinion leader, che saranno presenti al Palazzo dei Congressi, avranno a disposizione:una grande scuola di innovazione aperta alle novità che vengono dai paesi più avanzati; un’occasione unica di lavoro collaborativo e di incontro per costruire alleanze, progettare lavori comuni, rafforzare e allungare le reti; una dimostrazione concreta, data dai protagonisti della sanità pubblica e privata, di come si fa a “risparmiare innovando”; l’unico momento in Italia per la diffusione delle best practice perchè si diffondano e possano essere copiate e “riusate”. Leggi altro ›

Taggato con: , , , , ,
Pubblicato in Eventi

Sanità: con il digitale risparmi!

La spesa ICT del sistema sanitario italiano si è ridotta anche nel 2012. Eppure, le stime del Politecnico di Milano confermano che la digitalizzazione è la vera chiave della sostenibilità economica, in uno scenario che vede un preoccupante calo della qualità dei servizi, come conseguenza dei continui tagli ai budget delle strutture: in soli tre anni siamo scivolati dal 15° al 21° posto in Europa

Per la salute in Italia si spende poco e si investe ancor meno, a discapito della qualità dei servizi del Sistema Sanitario che, negli ultimi anni – quelli dei tagli per la Spendig Review – ha perso posizioni nei confronti internazionali. In questo contesto, la spesa ICT per la Sanità è scesa a 1,23 miliardi di euro nel 2012, appena 21 euro per abitante, ulteriormente ridotta dopo il calo registrato lo scorso anno. Eppure proprio un investimento in innovazione digitale potrebbe combinare efficienza e sostenibilità economica a servizi di qualità: una rivoluzione digitale completa per la Sanità italiana porterebbe benefici di circa 15 miliardi l’anno per il Sistema Paese. Leggi altro ›

Taggato con: , ,
Pubblicato in Notizie & Aggiornamenti

Sanità: le tecnologie saranno leva dell’innovazione

TEDMED Live Bologna e Osservatorio del Politecnico di Milano concordano: le nuove tecnologie saranno la leva dell’innovazione

L’introduzione di nuove tecnologie in ambito sanitario sta diventando un’esigenza sempre più pressante, tanto che si può affermare che l’Information and Communication Technology rappresenta il futuro della sanità italiana.

Proprio il tema dell’innovazione in campo medico sanitario è stato il filo portante della prima edizione italiana di TEDMED Live Bologna.

Innovatori e nuovi pensatori si sono dati appuntamento qui per illustrare scoperte, idee e approcci innovativi dedicati alla ricerca e alla medicina.

TEDMED Live Bologna ha contribuito a riportare alla ribalta uno dei nodi cruciali del panorama medico – sanitario italiano, e insieme a questo la necessità di intervenire sempre più massicciamente con l’utilizzo degli strumenti messi a disposizione dall’ICT per fare fronte in maniera vincente alle nuove sfide che si profilano all’orizzonte.

Quello che è certo è che è diventata sempre più pressante l’esigenza di introdurre l’utilizzo delle nuove tecnologie in ambito sanitario. E non è un mistero che questa esigenza non ha ancora trovato piena e completa risposta nel panorama medico sanitario di casa nostra.

L’ICT rappresenta un’opportunità fondamentale per lo sviluppo del Paese e la sanità è un ambito in cui la sua applicazione può portare alla creazione di circoli virtuosi. Leggi altro ›

Pubblicato in Notizie & Aggiornamenti

Salute, ecco come stanno gli italiani!

Il Rapporto Osservasalute 2012 fotografa lo stato dell’Italia. Con qualche sorpresa.

Di paradossi l’ Italia ne è davvero piena. E ora se ne aggiunge un altro. Questa volta, però, è un paradosso stranamente positivo: nonostante la crisi e i cattivi stili di vita, gli italiani sono più longevi. Specialmente gli uomini che in 5 anni, precisamente dal 2007 al 2011, hanno guadagnato 0,7 anni, contro lo 0,5 delle donne. Tuttavia, fattori come sedentarietà, consumo di alcolici, abuso di antidepressivi, aumento dell’età media e l’eccessiva razionalizzazione delle risorse del Sistema Sanitario Nazionale, fanno preoccupare per il futuro della salute in Italia. Quello che infatti emerge dalla decima edizione del Rapporto Osservasalute (2012), un’approfondita analisi dello stato di salute della popolazione e della qualità dell’assistenza sanitaria nelle Regioni italiane, presentata oggi a Roma all’ Università Cattolica, è un quadro chiaro scuro.

Mortalità in calo
Nel periodo tra il 2007 e il 2009 è continuato a diminuire il rischio di morte per alcune comuni malattie. Per quelle circolatorie, per esempio, la diminuzione maggiore si riscontra per entrambi i generi nella classe di età 19-64 anni. Si tratta di un calo del 4,65% per gli uomini e  dell’8,46% per le donne. Stesso trend per i tumori: la classe di età dove la riduzione è maggiore è 65-74 anni (-6,97% per gli uomini e -8,71% per le donne). Per le malattie dell’ apparato digerente: la riduzione maggiore si riscontra per entrambi i generi nella classe di età 19-64 anni con -4,03% per gli uomini e -8,62% per le donne. E per le malattie dell’apparato respiratorio: la diminuzione maggiore tra gli uomini si riscontra nella classe di età 65-74 anni e nelle donne nella classe di età over-75 anni con valori, rispettivamente, di -3,55% e -0,55%.
Leggi altro ›

Taggato con: , , , ,
Pubblicato in Notizie

Il “mobile” conquista le aziende

Secondo uno studio Accenture la maggior parte dei Cio (79%) ritiene che la mobility sarà uno dei settori che in futuro produrrà significativi profitti, per questo motivo molti di essi investiranno tra il 31 e il 40% del loro budget (contro il 19% dichiarato dai CIO lo scorso anno) in queste tecnologie.

La survey Accenture 2013 CIO Mobility, condotta su oltre 400 Cio di tutto il mondo, evidenzia che il prossimo anno il mobile è la priorità assoluta per più di un terzo dei CIO (34%), mentre il 42% di loro lo ha incluso tra le prime 5 priorità. Inoltre, il 73% (contro il 67% dello scorso anno) ritiene che questo settore rivoluzionerà il modo di fare business, allo stesso modo o più di quanto non abbia fatto Internet alla fine degli anni Novanta. Per quanto riguarda la tecnologia mobile, secondo il 43% degli intervistati il principale obiettivo da raggiungere è migliorare il servizio al cliente tramite l’accesso, l’acquisizione e l’elaborazione immediata dei dati, seguito dalla necessità di coinvolgere i clienti attraverso i dispositivi mobili (36%), in particolare tramite le operazioni di transazione (34%). Il 29% degli intervistati ha dichiarato inoltre che intende progettare, sviluppare e/o distribuire dispositivi collegati al web per il supporto di applicazioni B2B. A livello globale sono la Cina (50%), l’Italia (47%) e il Brasile (37%) a fare da pionieri nell’implementazione di strategie di mobility avanzate. Leggi altro ›

Taggato con: , , , ,
Pubblicato in Notizie & Aggiornamenti

La mappa dei migliori (e peggiori) ospedali italiani

“È impossibile dare una pagella agli ospedali”, avverte il direttore scientifico di Agenas. Sono state fotografate 1.200 strutture ospedaliere, con i numeri sui decessi per i principali interventi: si va dal tumore all’infarto, passando dall’ictus.

GUARDA LA MAPPA

Un malore. Una chiamata al 118 e una corsa a sirene spiegate verso il pronto soccorso più vicino. Ma per il paziente, dove quell’ambulanza è diretta può fare una grandissima differenza. Lo mostrano i dati raccolti dall’ Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) che monitora le performance di 1.200 ospedali italiani. Sono dati utilizzati in tutto il mondo e pensati per mettere a punto politiche sanitarie e spesa pubblica (la Sanità, da sola rappresenta ormai l’80% della spesa pubblica regionale). Oggi, per la prima volta, sono liberamente consultabili dai non addetti ai lavori grazie alla mappa interattiva disponibile su Wired.it. “È impossibile dare una pagella agli ospedali”, avverte il direttore scientifico di Agenas, Carlo Perucci: “Ogni indicatore ha una sua valenza specifica”.

Leggi altro ›

Taggato con: , , , ,
Pubblicato in Notizie

Asco – Un tesoro in Rete per tutti i medici!

Un super portale per curare il cancro.

Si pensi a un diabetico, cardiopatico e malato di cancro di uno sperduto paesino americano. Il suo medico può «disegnare» ad hoc una cura lavorando virtualmente in équipe con colleghi di centri d’avanguardia. Il tutto senza spostarsi dal paesino. Così come di fronte a una forma rara di cancro, una di quelle che un medico nella sua vita può incrociare una-due volte o mai. Con la banca dati è come se avesse già curato centinaia di pazienti con la stessa forma. Di più: attualmente meno del 5% dei malati di tumore partecipa a studi clinici randomizzati, il gold standard delle cure.

Banca dati con milioni di casi: un tesoro in Rete per tutti i medici. Già raccolti 100.000 casi di tumori al seno da 27 équipe diverse.

Una grande banca dati per raccogliere i casi di centinaia di migliaia di malati di cancro. I risultati delle cure attuate, sia consuete sia innovative. I dati di sopravvivenza, guarigioni, stabilizzazioni o fallimenti. Tutte informazioni utili agli oncologi di ogni parte del mondo, uniti in Rete, come se lavorassero tutti nello stesso centro. E che saranno note in tempo reale, e non dopo mesi o al momento del periodico congresso scientifico.

L’ambizioso progetto è dell’ American society of clinical oncology (Asco), la società scientifica dell’oncologia americana. E non solo. Una banca dati consultabile soltanto dai medici, ma con un portale aperto ai pazienti (come se partecipassero a uno studio clinico globale), alle loro domande e alle loro storie di cura. Per i medici sito interattivo: da riempire di informazioni, da consultare, da condividere per confrontare successi o insuccessi e nuove cure. Solo negli Stati Uniti? Per ora. Ma la banca dati Asco potrebbe in breve divenire internazionale.

I dettagli del «Big data for cancer treatment» sono stati presentati mercoledì scorso dalla direzione dell’Asco e dal presidente Sandra Swain, senologa al Medstar Washington hospital center di Washington. L’obiettivo è sfruttare la potenza della Rete per migliorare ricerca e assistenza ai malati. E i dati clinici raccolti in importanti studi possono realmente essere acceleratore della qualità delle cure e dello sviluppo di nuovi farmaci.

Il progetto Asco si chiama CancerLinQ. Leggi altro ›

Taggato con: , , , , , ,
Pubblicato in Notizie & Aggiornamenti

La sicurezza nei dati sanitari online

Il crescente utilizzo della Rete per archiviare informazioni sulla salute, le espone a inevitabili attacchi. E nessuno può ancora affrontarli.

Eugene Vasserman è un ricercatore in sicurezza informatica e privacy alla Kansas State University. Ed è molto preoccupato a causa del minuscolo dispositivo che porta appeso alla cintura. Si tratta di un contapassi digitale. La società che lo produce non conosce Eugene né sa quanti anni abbia, ma può tener traccia di ogni suo passo: “Sanno dove dormo. Sanno il mio indirizzo”, sostiene. Eppure, racconta Wired.com, Eugene continua a indossare il contapassi: non si ritiene paranoico, ma semplicemente preoccupato per quello che definisce “il peggiore scenario possibile”, cioè l’acquisizione da parte di malintenzionati dei dati che ciascuno di noi rende disponibili online. In particolar modo quelli che riguardano la salute. Leggi altro ›

Taggato con: , , ,
Pubblicato in Notizie

Il medico di medicina generale è pronto all’Ict?

Fimmg, l’85% dei medici è online tutti i giorni

Secondo le rilevazioni il 13% dei camici bianchi lo fa saltuariamente e il 2% mai. Massimo Cozza (Fp-Cgil): “Agenda digitale e telemedicina per efficientare la sanità e ridurre gli sprechi”

L’85% dei medici di famiglia accede tutti i giorni a internet alla ricerca di informazioni sanitarie, scambi di email con i pazienti, i forum, blog, chat. Il 13% dei camici bianchi lo fa saltuariamente e solo il 2% non fa ricorso al web fuori dall’attività certificativa. E’ quanto emerge da una ricerca del Centro studi della Federazione nazionale dei medici di famiglia (Fimmg), illustrata a Tecnosan 2013, il convegno dedicato al mondo della sanità elettronica, svoltosi a Roma. Leggi altro ›

Taggato con: , , , ,
Pubblicato in Notizie & Aggiornamenti

La realtà aumentata si prepara al decollo

Le aziende sperimentano la tecnologia avanzata.

Si allunga l’elenco delle aziende che hanno sperimentato la tecnologia per nuove forme di comunicazione, ma anche per applicazioni in ambito business. In attesa degli occhiali di Google.

La passeggiata di Sergey Brin per New York con gli occhiali di Google ha risvegliato l’interesse per la realtà aumentata, in particolare per le sempre più numerose applicazioni per smartphone.

L’Italia fino a oggi non appare molto coinvolta, ma la lista dei big che stanno testando questa forma di comunicazione è sempre più lunga. Audi, Ikea, Chanel, Tissot e Lego sono i nomi più importanti di una tecnologia che va oltre la semplice comunicazione pubblicitaria, per sfondare anche in ambito education. Per esempio in una scuola del Texas viene utilizzata un’applicazione che permette di raccontare flora e fauna grazie all’augmented reality. Leggi altro ›

Taggato con: , ,
Pubblicato in Notizie & Aggiornamenti, Tecnologie
I nostri prodotti sono soluzioni per Voi!

Abbiamo sviluppato soluzioni ad hoc per gli Ospedali. Cerchiamo con loro, e diamo loro, soluzioni per “dati in mobilità” come: Persone (pazienti, staff medico-sanitario), Item clinici (Farmaci, Sangue, Campioni Biologici), Servizi (Lavanderia, Manutenzione, Rifiuti, Pasti).

I nostri progetti hanno trovato soluzione per diversi ambiti ospedalieri: Reparti, Sale Operatorie, Pronto Soccorso, sempre utilizzando Tecnologia RFID applicata ai processi operativi.

La tecnologia RFID, infatti, introduce in questi contesti il concetto di “Identificazione Univoca”: cioè Tracciamento Certo del dato!

Tecnologia d’avanguardia

Fin dall’inizio la nostra scelta è stata la Tecnologia RFID. Diamo particolare attenzione al tema della Tracciabilità, applicando questa tecnologia ai “processi sanitari”.

Costantemente allineata all’avanguardia tecnologica, MIR, con dispositivi di uso comune quali Smartphone e Tablet (Apple, Android, Windows) e una rete di strumenti tecnologici quali, Tag RFID (passivi, HF o UHF), WEB 2.0, 3G e Wi-Fi, ha realizzato una linea di soluzioni “Tracker”, oggi proposta sul mercato con diversi moduli per “aree di processo”.